www.alfaomegaincontri.info

COLLOQUIO CON MARIO SCHIAVON, PRESIDENTE DEL COORDINAMENTO DEI COLLEGI DEGLI INFERMIERI PROFESSIONALI DELLA REGIONE

L’INFERMIERE DEL FUTURO SARÀ SUL TERRITORIO

AUTONOMIA PROFESSIONALE, ASSISTENZA DOMICILIARE, QUALIFICAZIONE DELLE PROPRIE ATTIVITÀ E COLLABORAZIONE CON IL MEDICO: QUESTI GLI OBIETTIVI DELLA NUOVA ASSISTENZA INFERMIERISTICA.


L’infermiere del territorio crea un solido rapporto interpersonale, orienta ai servizi, facilita l’accesso alle strutture sanitarie; può costituire per i pazienti anziani e soli un aiuto per le prenotazioni al Centro Unifi cato di Prenotazione delle prestazioni ambulatoriali, permette agli anziani di rimanere a casa propria e di intervenire, attraverso adeguati
piani assistenziali concordati con i medici di base, per evitare o ritardare ospedalizzazioni non necessarie e favorire le dimissioni precoci in accordo con le strutture ospedaliere

L’autonomia professionale è, per l’infermiere, un obiettivo a cui puntare in modo improcrastinabile e con sempre maggiore slancio, consapevole delle diverse funzioni che ricopre non più solo all’interno dell’ospedale, ma anche al domicilio del paziente. In quest’ultimo caso la collaborazione immediata con il personale medico è impossibile, pertanto è l’infermiere che deve assumersi delle nuove responsabilità attraverso una preventiva formazione e aggiornamenti continui. (...)
<< Sommario   << In Copertina