www.alfaomegaincontri.info

DECRETO BERSANI: UN PO’ DI CORAGGIO PER CHIARIRE LE FUNZIONI DELL’ORDINE PROFESSIONALE.

Gli Ordini dei Medici dovrebbero avere signifi cato di sorveglianza e controllo, con eventuali poteri disciplinari solo nei confronti dei Medici libero professionisti, non essendoci altro strumento idoneo a verifi carne l’operato nel rispetto di norme deontologiche e professionali.
Per i Medici invece dipendenti del Servizio Pubblico (Ospedalieri), il controllo dell’ordine è inutile e superfluo in quanto essi, come tali, rispondono in primis all’azienda e al servizio pubblico dal quale dipendono.
L’obbligatorietà dell’iscrizione all’ordine, normata anche per essi nel post fascismo, e ad essa collegata l’obbligatorietà del versamento Enpam, è solo chiaramente un inutile “balzello” che risponde solo ad esigenze di salvaguardia e sopravvivenza degli ordini stessi, oltre a garantire un enorme flusso di denaro nelle casse ENPAM, anche quando il Medico Ospedaliero dipendente pubblico potrebbe decidere di non usufruire della “favolosa” rendita che tale contributo dovrebbe garantire.
Ben venga quindi una normativa che inizi a rivedere l’effettivo signifi cato del sistema ordinistico, a mio avviso inutile, superfl uo, nei confronti del Medico dipendente di Servizio pubblico.


ROBERTO OLIVETTI

 

 




indietro